TROTTOLA

Ebbene ragazzi,
Solo che…Acqua in bocca!
Sarà una fiaba
Per la trottola!

 

II°

Il fatto avvenne in tempi antichi
E, proprio, all’antica incominciò:
Viveva, é vero, ed esisteva
Un lupo grigio

 

Un lupo grigio
che giorno e notte ininterrottamente
Pensava
A cosa mangiare.

 

Cantava una canzone e a stento,
E, in verità, non c’é di peggio in questo mondo:
Io ti catturo. Uh! Uh!
Io ti mordo. Uh! Uh!

Io ti trascino via. Uh! Uh!
Io ti strangolo. Uh! Uh
E poi ti mangio Uh! Uh!

 

Il lupo – vi dico in anticipo –
Benché sia stonato
Non mente! E’ sincero!
C’é chi ascolta la canzone
E ascolta volentieri
E’ come presentarsi
Ascoltando la sua canzone!
Il che consente agli animali del bosco
Di vivere
Con un tale artista
Accanto!

 

Insomma egli non mangia
Tutto ciò che
Non gli resta altro da fare
Che mandare un urlo.!

 

Un mattino
Appena il lupo si svegliò,
si sgranchì i muscoli,
Si ricoprì,
Cantò la sua amata canzone
(“Io mordo e mastico per bene”)
E così continuò – ma a poco a poco
All’ora di pranzo m’accorgo di essere poco socievole.

Correvo, correvo
Che c’entra con il racconto?
“Dove – pensa – é la preda da mangiare?
Non ci sono né penne né piume
Né leprotti, né castori
Né topi, né rane,
Nemmeno degli animali sconosciuti!”

 

Su di una vecchia cima d’albero mentre mangiavano
Due uccellini si misero a fischiare:
-“Lupo grigio! Qualcuno
Disperse là tutto il tuo cibo!

 

III

Sì!
Le lepri scapparono via
Gli uccelli volarono altrove
I topi e le rane fecero la stessa cosa,
Piano, piano come ombre
I cervi andarono via.

 

IV

 

Toccò, allora,
ragazzi,Al lupo
Mettere a riposo forzato i denti,
Mettere a riposo forzato i denti
Egli girava,
Egli volteggiava,
Egli si dimenava
Su se stesso chiaramente
Ed egli si trasformò
Ma quando egli
Si rizzò in piedi
Era tardi:
Era diventato come una trottola!
Non é irritato
Non é affamato
Tutto allegro,
Spensierato,
Vario,
Squillante e brillante
Con una sola parola straordinaria
Lo si può definire una:
Trottola.

 

V

Già ora senza offendere nessuno,
E, proprio per questo
Ognuno lo rispetta!
E canta ora una canzone
E la voglio mettere in evidenza:
Mi rallegro,
Rido,
Mi sento attivo:
-Uh ! – Uh ! – Uh ! – Uh !- Uh !- Uh!
Comincio a girare come voglio
-Uh ! – Uh ! -Uh ! -Uh !- Uh ! Uh !
Io con i ragazzi voglio fare amicizia
Ora, ora.

 

 

 

Precedente PRECISIONE Successivo GRADINO