Fiaba silenziosa

Questa fiaba dovresti leggerla
Silenziosamente, silenziosamente, silenziosamente

 

C’era una volta un riccio grigio
E sua moglie.

 

Il riccio grigio era molto silenzioso
E anche sua moglie.
Essi avevano un figlio.
Tutti e tre vanno a passeggiare
Di notte lungo i sentieri
Riccio padre, riccio madre
E riccio figlio.

 

Lungo i sordi sentieri autunnali
Procedono silenziosamente: tip, tap, tip, tap

 

Si incontra una sfilata di alberi
Di animali e di uccelli
Ma nell’oscurità e nel silenzio notturni
Per due lupi non c’é riposo.

 

Ecco i lupi si sono messi in cammino per una rapina
Con passi felpati i lupi procedono.
I ricci, però, li hanno sentiti
E si sono arrotolati sui loro aculei.

 

Erano rotondi come un pallone
Sembrava che non avessero né testa né piedi

Dicono:

-Nascondi la testa ranicchiato,
Caro riccio!

 

Il riccio si ranicchia e resta immobile,
Su di un centinaio di aculei
Il lupo cominciò a girare intorno a lui come una trottola
Cominciò a guaire e a saltare.

 

Spinge il riccio con la zampa e con i denti
Addirittura tenta di dare un morso
Il lupo si allontana zoppicando
Interviene la lupa.

 

Fa rotolare la moglie del riccio
La fa rotolare premendola sulla schiena.
Ma dove é il collo e la pancia
Il naso e entrambe le orecchie?

 

La fa rotolare
Come una pallina nella via
E i ricci – padre e madre –
Pungono le zampe dei lupi.

 

Il riccio padre e il riccio madre
Hanno degli aculei lunghi come abeti.
La lupa trema e digrigna i denti.
Alla fine, però, i due lupi rinunciano alla preda e vanno via.

 

I due ricci sussurrano al figlio:
-Sdraiati e non muoverti.
Non ci fidiamo dei lupi
E, anche tu, non devi fidarti di loro.

 

Subito, però, non rientrarono
A casa.
Si sentivano in lontananza
Spari di una doppietta.
Un cane abbaiava senza sosta
Dice il lupo alla lupa

 

Chissà perché sono inquieto
C’é nell’aria qualcosa che non mi convince.
Cara mia, mi nascondo
Il naso e la coda sotto il ventre.

 

 

E in risposta a lui:
Non abbiamo aculei con cui difenderci
Se il guardaboschi ci sorprende ci afferra vivi.
Meglio é che ce ne andiamo via subito.

 

Andarono via per nascondersi
Il lupo con la moglie in un cespuglio.
Nella casa nel bosco rientrarono anche
Il riccio padre, il riccio madre e il loro figlio.
Se tu leggi questa favola
Che sia silenziosamente,
Silenziosamente,
Silenziosamente.

 

 

Precedente L'insenatura ha una quercia verde Successivo Povera talpa